martedì 28 maggio 2013

Pasta FABBRI, una tradizione di oltre 100 anni

La pasta è un alimento antico, risalente a circa 4000 anni fa, a base di semola o di farina di diversa origine diviso in piccole forme regolari destinate a una cottura con calore umido.
Cliccando qui potrete leggere un leggero accenno sulla storia della pasta.
La pasta è considerata un elemento, oltre che alimento, di unione condivisa in Italia: essa è parte integrante della cultura popolare (semplice ma tradizionale) degli italiani, non solo della loro cucina.


In Italia la pasta secca, che costituisce i tre quarti dei consumi totali, è ottenuta dalla trafilazione, laminazione e conseguente essiccamento di impasti preparati esclusivamente con semola o semolato di grano duro e acqua. L'altro quarto dei consumi è rappresentato dalla pasta fresca, per cui, oltre ad un più elevato livello di umidità e di acidità, è previsto anche l'impiego del grano tenero e la sfogliatura dell'impasto in alternativa alla trafilazione.


Ho avuto il piacere di interagire con l’azienda che produce la Pasta FABBRI, la quale mi ha inoltrato un pacco ricco con vari formati dei suoi prodotti.


In particolare ho ricevuto:

- Caserecce


- Mezze penne


- Mezze penne


- Nastri toscani


- Pappardelle toscane


- Sopracapellini


- Spaghettoni toscani


- Stracci toscani


- Tagliatelle


- Viti piccole


Sono passati ormai più di 100 anni da quando Giovanni Fabbri ha iniziato a produrre pasta in un piccolo borgo nel cuore del Chianti.
Dopo 4 generazioni, è naturale che tante cose siano cambiate anche nel Pastificio Fabbri, eppure c’è un elemento fondamentale che è rimasto invariato: la passione!
La passione per il prodotto "ben fatto", preparato con semola di ottima qualità ricavata da grani selezionati e perciò ricca di glutine.
Un prodotto lavorato con stampi in bronzo e quindi ruvido che raccoglie e si lega meglio con il condimento.
Essiccato a bassa temperatura e dunque non alterato nelle sue qualità organolettiche.
Oggi come allora, al Pastificio Fabbri c’è un Giovanni che osserva e controlla distese di tagliatelle, penne e spaghetti che asciugano piano piano, lentamente, senza fretta, proprio come 100 anni fa!


Ci sono alcune semplici cose che un occhio, anche non troppo esperto, può cogliere esaminando della pasta, tanto da poter stabilire con sufficiente precisione se questa è una "buona" pasta o semplicemente un prodotto scadente.

Queste sono le caratteristiche che la pasta deve avere:
- Colore della pasta cruda: giallo paglierino luminoso (se di colore più chiaro e ruvida, è pasta trafilata in stampi in bronzo);
- Odore e sapore della pasta cruda: piacevole come quello del grano;
- Consistenza dopo la cottura: elastica;
- Capacità di assorbimento dei condimenti: alta.

La pasta non deve avere queste caratteristiche:
- punti bianchi o neri nell'impasto;
- presenza di impurità (crusca o altro);
- macchie, venature, crepe o rotture;
- lavorazione non accurata.

Ho avuto modo di provare più e più volte questa pasta e l'ho trovata davvero ottima, mantiene perfettamente la cottura e si lega a perfezione con il condimento.
Vi mostro una foto di un piatto semplice della nostra tradizione italiana realizzato con il formato "Viti piccole" dell'azienda Fabbri: pasta al pomodoro fresco.


Buon appetito!!

34 commenti:

  1. La qualità sembra ottima, interessante il marchio FABBRI, sicuramente tra i migliori nel settore

    RispondiElimina
  2. Io adoro la pasta!!! Peccato essere intollerante!

    RispondiElimina
  3. non conosco questa pasta sembra ottima voglio provarla mi hai convinta.

    RispondiElimina
  4. ahh che bontà che deve essere questa pasta ha un'aspetto davvero molto invitante.

    RispondiElimina
  5. Mio marito impazzirebbe perché ama la pasta... :D se dovesse trovarsi a casa quel paccone di pasta ... farebbe una festa e una cena a base di tris di primi :D ahahah
    http://elisabetta-bertolini.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Non conosco questa azienda ma i prodotti paiono ottimi!

    RispondiElimina
  7. Quando l'ho assaggiata sono rimasta deliziata troppo buona

    RispondiElimina
  8. insomma hai la dispensa piena di pasta fatta in casa ma poi che pasta la fabbir complimenti

    RispondiElimina
  9. io sono amante della pasta, insieme alla pizza, sarebbero le uniche cose che potrei mangiare; infatti, quando ho visto il delizioso piatto di pasta, becìnchè l'ora mi è ritornata la fame! l'azienda non la conosco, però da quanto vedo e leggo, vale la pena di provarla!

    RispondiElimina
  10. Ho sentito tanti buoni giudizi di questa pasta e vedendo le tue foto, ho trovato tanti formati che vorrei provare.

    RispondiElimina
  11. Quanta pasta!! Non conoscevo questo brand!Grazie epr averne parlato!

    RispondiElimina
  12. Non ho mai provato questa pasta, come l'hai preparata tu sembra molto invitante, grazie la proverò senz'altro!

    RispondiElimina
  13. l'ho provata anche io e la trovo davvero buona!!

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo questo brand sembrano ottimi, grazie dei consigli

    RispondiElimina
  15. Questa dev'essere buonissimo, sono curiosa di provarlo. Do subito uno sguardo al sito!

    RispondiElimina
  16. mmm quante bontà!!! complimenti, io adoro la pasta...

    RispondiElimina
  17. Per una come me che adora la pasta , questa sembra davvero di ottima qualità ...andrò sicuramente a visitare il loro sito... grazie per le info ! :D

    RispondiElimina
  18. Che bontà! Mi hai fatto venire fame :)

    RispondiElimina
  19. Già a vista sembra essere davvero una bella pasta, voglio scoprire anche il sapoer, perciò andrò volentieri sul sito così scelgo i formati che mi ispirano :)

    RispondiElimina
  20. Non ho mai provato questa pasta, ha davvero dei bei formati e poi dalla tua ricetta sembra ottima!

    RispondiElimina
  21. con la tua ricetta mi hai convinto,voglio provare questa pasta,grazie delle info,un bacio,kiara!

    RispondiElimina
  22. quanti bei formati di pasta! c'è solo l'imbarazzo della scelta. sono sicura che sia davvero molto molto buona, lo vedo dalle foto della ricetta che hai proposto. Praticamente queste viti sono un acchiappa-pomodoro! Che delizia.
    Lilli

    RispondiElimina
  23. quanta bella pasta ottimo prodotto direi e ottima la ricetta complimenti

    RispondiElimina
  24. deve essere buona questa pasta non la conoscevo

    RispondiElimina
  25. grazie per avermi fatto conoscere questa marca di pasta!

    RispondiElimina
  26. ..non conoscevo questa pasta..ma da come ne parli e dal risultato della tua ricetta mi sembra davvero ottima!!!!

    RispondiElimina
  27. una dispensa ricca di ottimi prodotti genuini di comprovata qualità , grazie

    RispondiElimina
  28. non conosco questa pasta ela ditta che la produce ma sembra ottima

    RispondiElimina
  29. Adoro le pappardelle toscane.
    Ma questo non è uno scatolone di pasta è uno scatolone gigante di pasta! che fortuna... mi inviti a cena?

    RispondiElimina
  30. non ho mai assaggiato questa pasta ma ne ho sentito parlare tanto bene. Spero di mangiarla quanto prima sembra ottima.

    RispondiElimina