mercoledì 26 giugno 2013

Confettini ANIS DE FLAVIGNY


Nel 1923, Jean Troubat riprende la fabbrica di caramelle Anis, succedendo alla famiglia Galimard. Vuole vendere le Anis nei primi distributori automatici delle stazioni e delle metropolitane. Le distribuisce anche nei primi "grandi magazzini" di Parigi, nei luna-park e nei cinema. Nel 1928, fabbrica 80 tonnellate di Anis e le esporta già negli Stati Uniti e in Canada, in Algeria e un po’ in tutt’Europa.


Nel 1965, Nicolas Troubat prende il posto di suo padre Jean. Porta la produzione di Anis da 80 a 250 tonnellate all’anno, seguendo lo stesso metodo di fabbricazione, sempre nell’antica abbazia. Le caramelle Anis de l'Abbaye de Flavigny ® sono distribuite nelle autostrade e nei grandi magazzini di Borgogna.


Dopo aver avuto il piacere di lavorare accanto a suo padre dal 1990, è la volta di Catherine Troubat, insieme ai suoi tre fratelli e sorelle, tutti associati alla testa dell’azienda. Les Anis ® ora sono distribuite nei centri botanici, nei negozi di prodotti biologici, negli aeroporti e nelle stazioni.


Nella sua celebre scatolina ovale o nel suo astuccio lungo di cartone, i nostri prodotti di confetteria sono fabbricati artigianalmente da un’azienda familiare, secondo la stessa ricetta dal 1591. In Borgogna, nel cuore del paesino di Flavigny, tutto il laboratorio si adopera per fare vivere la caramella per la gioia dei suoi fedeli golosi. Les Anis de Flavigny ® sono garantite senza OGM, senza coloranti, senza aromi artificiali, senza alcool e senza grassi animali... Una caramella semplicemente naturale.


La Anis è un confetto e come tutti i confetti è il simbolo degli auguri di felicità e di fecondità che familiari e amici rivolgono ai giovani sposi, come i chicchi di riso lanciati all’uscita della chiesa, oppure ancora i coriandoli.




Così, la condivisione di una caramella che racchiude nel segreto del suo cuore un seme d’anice ci parla d’amore.
Grazie ad una piacevole interazione con l’azienda, ho avuto l’opportunità e la fortuna di conoscere e scoprire un nuovo confetto che, ahimè, non avevo notato prima. L’azienda mi ha inviato a scopo valutativo alcuni suoi prodotti e un libricino grazie al quale ho letto una piacevole storia d’amore. La leggiamo insieme?






Tutte queste litografie e illustrazioni, provenienti dagli archivi dell’Abbazia, sono state disegnate dai vari fabbricanti di Anis de l'Abbaye de Flavigny ®
Le prime confezioni delle caramelle Anis de l’Abbaye de Flavigny ® sono state a lungo astucci di cartone. Quando Jean Troubat, negli anni 1950, sviluppò la vendita delle Anis nei distributori automatici, gli serviva una scatola solida poiché doveva venir giù dalla macchinetta, apparve così la prima scatolina di metallo, inizialmente tonda, poi ovale.
Le prime scatoline ovali all’anice, alla menta e alla violetta sono state distribuite nelle stazioni di servizio dell’autostrada; nuove scatoline al caffè, alla cannella, al gelsomino, al fiore d’arancio, alla rosa, alla liquirizia e alla vaniglia si sono aggiunte poco a poco tra il 1970 e il 2005.


Ho ricevuto due di queste preziose scatoline. 


Sul packaging davvero non c’è che dire, sono bellissime ed hanno delle raffigurazioni minuziose e particolareggiate sul tappo superiore. 




La particolarità è che la parte superiore è metallica, mentre il fondo è in materiale plastico. Sicuramente una volta finiti i confetti contenuti all’interno le conserverò e le riutilizzerò.



Una volta aperta la scatolina si sprigiona un delicato profumo di anice e si scoprono all’interno tantissimi confettini dal colore candido e dalla superficie rotondeggiante e regolare.


Invitano proprio ad essere assaporati! Quando portate un confettino alla bocca, quest’ultimo si scioglierà sulla lingua lentamente. Come ogni confetto ha una consistenza abbastanza dura e, essendo spesso, è difficile romperlo con i denti. Questo però non è un problema, la caramella di presta ad essere gustata lentamente, ad essere succhiata ed assaporata. Lascia una bocca fresca, piacevole e profumata a lungo.

Sono state davvero una piacevole scoperta per me e sicuramente non potranno mancare più nella mia borsetta!



Se non sapete dove acquistarle, ora è possibile acquistarle anche al nuovo negozio on line dell'azienda!

Web: http://www.anis-flavigny.com/index3.html
Facebook: https://www.facebook.com/pages/les-Anis-de-Flavigny/57558598804?fref=ts

16 commenti:

  1. Devono essere buonissime, mamma mia, mi ci perderei li dentro :))

    RispondiElimina
  2. io adoro queste caramelle francesi

    RispondiElimina
  3. Straordinarie e la confezione è molto originale

    RispondiElimina
  4. un brand nuovo per me ma questi confettini devono essere proprio buoni!! e poi mi piacciono tanto anche le scatoline!!!

    RispondiElimina
  5. Molto interessante questo brand da provare certamente grazie della bella info

    RispondiElimina
  6. non mancano mai nella mia borsetta io amop quelle alla violetta,sono buonissime!!
    Kiara!

    RispondiElimina
  7. Adoro questo tipo di caramelle queste non le ho mai provate

    RispondiElimina
  8. Deliziose le scatoline! Sono davvero un amore e tutte da collezionare, amo l'anice, mi piaceranno sicuramente.

    RispondiElimina
  9. Che carine le scatoline!! poi queste caramelline devono essere proprio buone!!

    RispondiElimina
  10. sono golosissimo di confetti.. mhmhhm che bontà... devo provarli assolutamente

    RispondiElimina
  11. Che buone questa caramelle, non le ho mai assaggiate , le voglio provare assolutamente!

    RispondiElimina
  12. la confezione è a dir poco favolosa e mi immagino che golosità che racchudono. Questi cofnettini visto la loro bontà e la bellissima scatola credo siano favolosi regali da fare a chi vogliamo più bene

    RispondiElimina
  13. Brand nuovo per me, devo dire che sembrano molto buone!

    RispondiElimina
  14. Ah... mamma mia quanto sono buone!!! ho avuto modo di assaggiare quelle alla violetta e mi fanno impazzire. Sono meravigliose!!!

    RispondiElimina
  15. ohhhhh anche se non è vero sento anche io l'odoreeeee . li voglio provare all'aspetto sono adorabili :D

    RispondiElimina
  16. Io le conosco bene ... sono buonissime.....ma vorrei sapere dove le vendono a Roma......

    RispondiElimina